Il marchio del Ferlaro: varianti nella storia della Ceramica

Nel corso degli anni la Ceramica del Ferlaro ha utilizzato diversi tipi di “marchi di fabbrica” per firmare le sue opere artigianali: oltre a quello classico e ormai rappresentativo, costituito dalla pigna a sette aghi e dalla scritta “ferlaro”, è possibile trovarne altri accompagnati dalla scritta “Italy” (fig. 1-3), dal nome del cliente per cui l’oggetto è stato creato (fig. 2-4-6-7) , oppure dalla scritta “dipinto a mano” (fig. 8).

Più antico risulta il marchio punzonato nella ceramica costituito da uno scudo contenente la “f” e accompagnato dalla scritta “Collecchio-Italy” (fig. 9); sempre con lo scudo è un altro tipo di marchio, questa volta adesivo, che presenta la corona a cinque punte simbolo del marchesato e la scritta “Ceramica del Ferlaro” (fig. 5) Più recente è infine il marchio apposto a decalcomania, costituito dalla pigna e dalla scritta “ferlaro”.

Fabiana Viviani, dalla tesi di laurea “La Ceramica del Ferlaro” (2004)

La storia della Ceramica del Ferlaro

By |2019-03-30T18:08:05+02:00Marzo 30th, 2019|Storia|0 Comments

Leave A Comment

Attendere prego...

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per seguire le nostre iniziative e ricevere i nostri cataloghi